Azione Cattolica

Chi siamo

Noi di AC siamo semplicemente dei laici cristiani che hanno scelto di mettersi insieme per capire meglio il valore del vivere da cristiani nel mondo. Stare in AC è il nostro modo di essere Chiesa e di servire la Chiesa, perché a noi, spetta il compito di annunciare che in questa storia complessa Dio è presente con il suo amore e continua ad essere vicino ad ogni donna e ad ogni uomo per attrarre ciascuno verso il progetto di un’umanità piena e felice. Un compito, o meglio una vocazione, che abbiamo letto nella radice stessa del nostro Battesimo e che a noi piace porre a fondamento della nostra scelta associativa: la laicità.
I pilastri su cui poggia la nostra esperienza associativa sono la condivisione del fine apostolico della Chiesa e la collaborazione con la Gerarchia ecclesiastica.
La formazione è stata da sempre il cuore del nostro servizio: formazione vissuta non come acquisizione di elementi teorici ma come momento e luogo in cui insieme si ascolta la vita e si interroga la fede. Nelle associazioni e nei gruppi di Azione Cattolica si impara alla scuola della Parola di Dio e del magistero della Chiesa a prendere familiarità con il mistero di Dio, a vivere da discepoli del Signore, ad amare la Chiesa e a servire la domanda di vita di ogni persona.
La parrocchia è il luogo nel quale normalmente le persone di AC trovano il punto di riferimento della loro vita e del loro servizio; il luogo dove prendere slancio per una testimonianza evangelica in ogni ambiente di vita; il luogo in cui ogni socio vive la propria appartenenza attraverso gruppi che si dividono per archi di età: ACR (Azione Cattolica dei Ragazzi), Giovani e Adulti.

 

Che cos'è l'AC

“Che cosa è l’Azione Cattolica? Ne abbiamo parlato molto, ma mi pare che sia soprattutto una realtà di cristiani che si conoscono, che si vogliono bene, che lavorano assieme nel nome del Signore, che sono amici: è questa rete di uomini e donne che lavorano in tutte le diocesi, e di giovani, e di adulti, e di ragazzi e di fanciulli, che in tutta la Chiesa italiana, con concordia, con uno spirito comune, senza troppe ormai sovrastrutture organizzative, ma veramente essendo sempre più un cuor solo e un’anima sola, cercano di servire la Chiesa. E questa è la grande cosa. Perché noi serviamo l’AC non poi perché ci interessa di fare grande l’AC; noi serviamo l’AC perché ci interessa di rendere nella Chiesa il servizio che ci è chiesto per tutti i fratelli.”
Vittorio Bachelet, saluto conclusivo alla II Assemblea nazionale dell'ACI