Gruppo AGESCI Orsago 1

La nostra storia

La presenza dello scautismo nei nostri paesi, ed in particolare a Cordignano è cosa vecchia. Già nel 1922 in un'epoca di forte fioritura dell'ASCI vi è da registrare la presenza di un gruppo di Scout dalla caratteristica divisa color kaki. Ma, tutto sommato, quella fu un'esoerienza episodica. Il fascismo e la guerra portarono allo scioglimento di tutte le associazioni giovanili, tra cui l'ASCI.
Nei nostri paesi la rinascita dello scautismo è cosa più recente ed è legata in particolar modo ad un gruppo scout, quello di Sacile. Infatti nel 1963 don Bruno Florian allacciò i primi contatti con i Rovers del Sacile e in questo modo si formò un primo gruppetto entusiasta di intraprendere questa esperienza. La squadriglia libera così formata prese il nome di LEONI, era capitanata da Mario Meneghetti e Sante Gai rispettivamente capo e vice e formata da altri sette ragazzi di Cordignano e uno da Orsago (Paolo Ceschel). Dopo ripetuti incontri formativi e qualche breve uscita, il pomeriggio del giorno 19 marzo 1963, i dieci ragazzi fecero la promessa scout. Il primo campo fu fatto il 1964 a Gares, frazione di Forni di Canale (BL). Nel mese di Settembre del 1964 il gruppo aumentò e si formò una seconda squadriglia: le LINCI. Il fazzolettone di Sacile era, ed è attualmente, verde con una scritta rossa.
Nel 1968 il gruppo era composto da due squadriglie: CASTORI e COBRA formata per la maggior parte di ragazzi di Orsago e da alcuni rover. Per questo motivo i due rover di allora, che lavoravano con il gruppo di Sacile (Rui Pieri e Ceschel Andrea) portarono il Riparto e la sua sede da Cordignano ad Orsago. Le attività durante l'anno erano per la maggior parte indipendenti da quelle del Sacile. Il primo capo censito fu don Mario Fabbro, ancora con il Sacile, nel 1970.
Nel 1973 si ebbe la completa autonomia del gruppo, risalgono a quest'anno il primo censimenti dell'Orsago1 ed il primo campo autonomo. Il fazzolettone scelto era verde, come quello di Sacile, ma con una striscia gialla.
Nel 1973 rinacquero le squadriglie a Cordignano ad opera dei capi Nando Gai e Marco de Carlo (LUPI e VOLPI) ed adottano il fazzolettone blu con la striscia rossa del Sacile. A queste si aggiunse una squadriglia di Torre di Mosto (VE), i DELFINI, su iniziativa di don Mario Fabbro, trasferito là da poco. Sono di quest'anno le prime attività di Noviziato del gruppo.
Nel 1974 a livello nazionale nacque l'AGESCI e, nei nostri paesi, al gruppo precedente si aggiunse, nel 1975 la squadriglia femminile MANGUSTE di Torre di Mosto, una maschile di San Giacomo e venne anche costituita la CO.CA (COmunità CApi). Torre di mosto adottò il fazzolettone verde e rosso come Sacile, mentre il San Giacomo, che ebbe però vita breve, rosso con striscia gialla.
Nel 1975-76 il gruppo R/S maschile, nato già nel 1968 come appendice del Sacile, venne integrato da alcune ragazze e cominciò un'attività regolare. Nel 1978 si festeggiò il decennale del reparto ad Orsago.
nel 1980 nacquero i lupetti a Fiaschetti di Caneva, i quali nel 1981 si sposteranno definitivamente ad Orsago. Sempre nel 1980 nacque il reparto femminile, completando così la presenza dello scautismo nei nostri paesi.
Nel 1982 si festeggiò il 60° dei primi scout a Cordignano.
Nel 1986 il Campo di Gruppo riunì tutte le branche a Resiutta.
Nel 1988 il Gruppo si concentra tutte le sedi ad Orsago.
Nel 1989 la branca R/S ed alcuni capi furono protagonisti all'Eurofolk organizzato nel Veneto.
Nel 1990 il gruppo di Orsago ebbe una rappresentanza al Consiglio Nazionale.
Nel 1993 si festeggiò il 25° dello scautismo ad Orsago.
Nel 1994 nacque la zona di Vittorio Veneto, di cui fa tuttora parte il nostro Gruppo.
Nel 2003 in occasione del 35° del Gruppo si fece un nuovo Campo di Gruppo a Cesclans, dove si riunirono tutte le branche.
Nel 2007 si è festeggiato il Centenario dal primo campo tenuto da Sir Baden Powell, fondatore degli scout, nell'isola di Brownsea a Londra.
Nel 2008 si è festeggiato il 40° del gruppo, con la stesura di un libro contenente la storia del gruppo, realizzando vari incontri e richiamando tutti i censiti in questi quarant'anni.

Dal 1968 il Reparto maschile è stato chiuso due volte: un anno nel 1976 e uno nel 2005. Dal 1981 il Reparto femminile è stato chiuso un anno nel 1994, mentre i lupetti nel 1994 e nel 2005.